Una nonna genovese ci insegna come fare il vero…… Pesto genovese

Pensate che questa meravigliosa e appetitosa salsa genovese chiamata Pesto fu descritta nell’antichità già da Virgilio. Oggi è famosa in tutto il mondo e, modestia a parte, è l’orgoglio della nostra regione. Ma come si prepara il pesto doc? Guglielmo lo ha chiesto a sua nonna, che come tutti i nonni è custode di uno dei tanti saperi tradizionali che si stanno perdendo.

Attrezzatura necessaria:

  • mortaio in marmo
  • pestello in legno

Ingredienti:

  • 10÷12 mazzi di basilico (meglio se di Prà)
  • 1 spicchio d’aglio
  • una manciata di pinoli
  • 3 o 4 gherigli di noce
  • sale
  • parmigiano q.b.
  • pecorino (se gradito) q.b.

Preparazione:

Pestare nel mortaio lo spicchio d’aglio. Aggiungere gradualmente, continuando a pestare, i pinoli e i gherigli di noce.

A questo punto:

  1. metodo tradizionale (molto più lungo)

Pestare il basilico, foglia per foglia, utilizzando sale grosso, che aiuterà la “triturazione”

  1. metodo semplificato (più veloce)

Tritare il basilico assieme a un pizzico di sale fino e metterlo nel mortaio per riprendere a “pestare”

Aggiungere a poco a poco il formaggio grattugiato (pecorino, se piace un sapore più forte, altrimenti parmigiano), “pestando” con movimenti lenti e cadenzati fino ad amalgamare il tutto.

Il pesto sarà pronto quando il composto si staccherà dalle pareti del mortaio, rimanendo attaccato al pestello.

Conservazione:

Mettere il pesto in un barattolo di vetro, da tenere tappato e in frigo. Così facendo, il pesto si manterrà per molti giorni.

Utilizzo:

Per condire la pasta, “stemperare” la quantità necessaria di pesto, aggiungendo burro, olio extra-vergine di oliva e acqua di cottura. Amalgamare il tutto fino a ottenere una crema morbida e omogenea.

BUON APPETITO!!!

Guglielmo Ferraris

Nota:    si “pesta” con un movimento rotatorio continuo del pestello, possibilmente senza quasi sollevarlo dal mortaio

Questo slideshow richiede JavaScript.

4 Risposte

  1. mi piace molto questo servizio perchè l’ ho scritto io.

  2. hai documentato bene questa ricetta!😀
    cmq a me piace molto il pesto!😛

  3. hai documentato molto bene questa ricetta!😀
    cmq mi piace molto il pesto!😛

  4. che stupida ho scritto 2 volte lo stesso commento! nn fateci caso! ora nn torno + su questo articolo o se no mi viene troppa fame!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: